Chamber of Commerce of Bolzano
Peter Heiss

Heiss Fensterbau

Una vera passione per la valle

Che si tratti di collaboratori, collaboratrici, clienti o fornitori: l’imprenditore sarentino Peter Heiss sfrutta il potenziale della sua valle. Così, grazie a brevi distanze e al forte legame con il posto, è diventato uno dei costruttori di finestre leader in Alto Adige. 

Non esiste un altro luogo al mondo in cui in uno spazio talmente ridotto vi siano così tanti costruttori di finestre come in Alto Adige. Una delle aziende leader si trova all’ingresso della Val Sarentino: si riconosce la sede costruita in legno di una solida impresa, certificata anche in base ai criteri casa clima gold. Il riscaldamento lì funziona con gli scarti del legname della produzione, l’elettricità proviene per metà dagli impianti fotovoltaici sul tetto. 

Quanto più sostenibile possibile

L’azienda è gestita da Peter Heiss, un visionario. Un’azienda individuale fondata da suo padre nel 1962 che ora conta ben 70 dipendenti. Peter Heiss gestisce l’azienda insieme a sua moglie Christine Stuefer nel modo più sostenibile possibile: su brevi distanze, con materiali naturali e un’alta efficienza energetica, come ha raccontato durante l’8° edizione della Giornata dell’economia con l’ITC e la Camera di commercio di Bolzano. 
“Consegniamo le nostre finestre per l’80 percento a clienti che sono raggiungibili in meno di un’ora di viaggio. Si tratta sia di sostenibilità che di rispetto, non vogliamo acquisire clienti nelle zone dove operano i nostri concorrenti”, racconta Peter Heiss e continua: “Noi sarentini prima di rivolgerci a un fornitore fuori zona cerchiamo i prodotti adeguati in valle.”

Coesione e accortezza

La coesione in Val Sarentino è una questione seria e Peter Heiss lo dimostra. Lavora quasi completamente con fornitori locali: l’80 percento del legno per le finestre proviene dalla vicina azienda Sarner Holz, il vetro da un’impresa di Bolzano e le parti metalliche da aziende di infissi sarentine. 

Il suo obiettivo di sempre era quello di rafforzare il turismo. Già a 24 anni l’abile costruttore di finestre ha investito 100 milioni di lire nelle cabinovie Reinswald senza alcuna prospettiva di rendimento, ma con un’idea molto chiara: “Sapevo che con un turismo ben funzionante si sarebbe investito di più nella Valle, e ciò sarebbe andato a beneficio anche di noi costruttori di finestre.” La sua idea si è rivelata vera: l’economia sarentina si è sviluppata positivamente, gli abitanti della valle hanno saputo sfruttare lo sviluppo congiunturale favorevole e il fatturato della sua azienda è aumentato di quattro volte solamente negli ultimi dieci anni. L’azienda Heiss Fensterbau s.r.l. offre ora una varietà di dieci modelli. Si tratta di finestre esclusivamente in legno e finestre in legno ed alluminio. Per Peter Heiss è sempre stata fuori discussione la produzione di finestre in plastica. 

Collaboratori e collaboratrici fedeli e locali

Non sono solo i fornitori ad essere del posto, ma anche i collaboratori e le collaboratrici. 60 dei totali 70 dipendenti provengono dalla Val Sarentino, gli altri dal vicino Comune di Renon. Peter Heiss è fiero del basso tasso di ricambio del personale. Ha formato 25 apprendisti, di cui 17 lavorano ancora presso la sua azienda. Secondo Peter Heiss vi sono più motivi per spiegare la fedeltà dei suoi dipendenti, tra cui spiccano soprattutto i modelli lavorativi flessibili. “Al momento il Direttore amministrativo, che è padre di tre gemelli, lavora part time. Altri due collaboratori hanno preso un congedo di paternità”, racconta Heiss. Il suo grande orgoglio è rappresentato dalla mensa aziendale, dove si cucinano prodotti locali, ad esempio la carne degli allevatori sarentini. Peter Heiss è aperto alle proposte dei suoi dipendenti. Proprio di recente si è fatto convincere ad anticipato l’inizio del lavoro alle ore 6:30 e ad accorciare la pausa pranzo di 15 minuti. Per i dipendenti ciò significa che alle 16:15 la giornata lavorativa è conclusa.

Was this information useful?
No votes yet

Contact

Communication

0471 945 672