Chamber of Commerce of Bolzano
michael graf

Bachmann slitte

Ideare la slitta perfetta

Michael Graf, del Renon, lo scorso anno ha acquisito l’azienda altoatesina Bachmann slitte. Prima si occupava dello sviluppo di veicoli da corsa. Anche se il mezzo di trasporto è cambiato, i punti essenziali rimangono gli stessi: velocità e sicurezza.

Di cosa si occupava negli anni scorsi?
Michael Graf: Sono un ingegnere meccanico, per 13 anni ero attivo negli sport da corsa e ho lavorato allo sviluppo di veicoli da corsa.

Ora di cosa si occupa?
Un anno fa ho acquisito l’azienda Bachmann slitte da Otto Bachmann e da allora sono impegnato nella produzione di slitte.

Quali cambiamenti ha apportato alla slitta Bachmann originale?
Abbiamo sviluppato un nuovo sistema di frenatura in cui basta solo tirare il cavo e fuoriescono gli artigli del freno. La performance di frenatura è di gran lunga migliore e questo sistema è particolarmente importante soprattutto dal punto di vista della sicurezza. Ne abbiamo richiesto il brevetto in Europa, ciò significa che la nostra concorrenza non lo ha.

Quindi dispone di un vantaggio competitivo?
Sì e per quanto riguarda la frenatura vorremmo sviluppare un ulteriore componente per la sicurezza. La slitta sarebbe in grado di frenare da sola se nessuno è seduto sopra oppure se si cade dalla slitta. In questo modo nessuno può restare ferito da una slitta che viaggia senza conducente.

Oltre alle innovazioni nelle slitte, ha introdotto qualche altra novità?
I progetti e lo sviluppo delle slitte sono stati digitalizzati. Così possiamo un po’ separare lo sviluppo della slitta dalla produzione. Prima questa era puramente un’azienda artigiana, lo è ancora adesso ma nel frattempo siamo diventati più professionali nella fase dello sviluppo.

Vende le Sue slitte anche online?
Abbiamo creato uno shop online sul nostro sito che al momento funziona molto bene e con cui riusciamo a raggiungere un maggior numero di potenziali clienti. Non appena riusciremo a produrre grandi quantitativi questo canale di vendita diventerà sempre più importante. Per attuare tutte le misure a favore della digitalizzazione è necessario un po’ di tempo, ma sono convinto che a lungo termine si riveleranno di successo. Anche a causa dell’emergenza Coronavirus è stato molto utile avere uno shop online a disposizione, dal momento che ci sono stati molti periodi in cui non ci si poteva spostare su lunghe distanze. In questo modo i nostri clienti hanno potuto ordinare online e noi abbiamo spedito loro le slitte.

La Sua attività è cambiata anche in qualche altro modo a causa del Coronavirus?
Il Coronavirus ha stravolto i miei piani, nel senso che ha reso molto difficile la pianificazione. Quando si producono slitte in grande quantità bisogna decidere già ad aprile o maggio quante slitte verranno costruite. Sulla base di questo vanno poi acquistate le materie prime e va tutto organizzato nel dettaglio. Ad aprile e maggio c’era ancora il lockdown e non sapevamo come si sarebbe evoluta la situazione.

Com’è andata poi effettivamente?
Con il senno di poi abbiamo costruito troppe poche slitte. Dal momento che non era possibile andare a sciare il risultato di fatto è stato che sono aumentate le vendite di sci d’alpinismo, ciaspole e slitte. Anche noi abbiamo venduto molto più di quanto ci saremmo aspettati.

Lei gestisce tutto da solo o ha anche collaboratori e collaboratrici?
Mia moglie e mio fratello lavorano con me e senza di loro non funzionerebbe mai. Mio fratello è meccanico e ha aiutato a sviluppare e produrre le componenti del nuovo sistema di frenatura. Ogni tanto lavora con noi anche un falegname esperto che fa il contadino come professione principale.

Quali progetti ha in mente per il futuro?
Vogliamo lavorare ancora sul peso della slitta da tempo libero. In principio le slitte dovrebbero essere il più leggere possibile quando si trascinano. Tuttavia, durante la discesa è meglio avere una slitta pesante dal momento che il baricentro è più profondo e ha una maggiore forza parallela alla direzione del moto. Perciò vorremmo costruire per la sezione del tempo libero una slitta che sia leggera ma che presenti le caratteristiche di una slitta più pesante nel movimento.

Info

Michael Graf ha 39 anni e tre figli. È ingegnere meccanico originario del Renon e nel 2020 ha acquisito l’azienda Bachmann slitte da Otto Bachmann e ha spostato la sede dell’impresa a Collalbo sul Renon. Otto Bachmann aveva fondato l’azienda nel 1983 a Prato alla Drava vicino San Candido.

Was this information useful?
Average: 5 (2 votes)

Contact

Communication

0471 945 672