Camera d commercio di Bolzano
economia = futuro

Composti organici volatili (COV)

Introduzione

Apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) e loro rifiuti (RAEE)

Il decreto legislativo 14 marzo 2014 n. 49, in vigore dal 12 aprile 2014, è stato emanato in attuazione della direttiva 2012/19/CE con il fine di proteggere l’ambiente e la salute umana: 

• prevenendo o riducendo gli impatti negativi derivanti dalla progettazione e dalla produzione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche
• riducendo gli impatti negativi e migliorando l’efficacia dell’uso delle risorse per conseguire gli obiettivi di sviluppo sostenibile 

Principali novità rispetto al precedente dlgs. 151/2005:

1) all’atto dell’iscrizione al Registro nazionale, i “produttori” devono indicare, oltre ai dati finora richiesti anche: 
- il marchio delle apparecchiature 
- le tecniche di vendita utilizzate 
- le AEE che vengono solo esportate 
- (per i “produttori” di AEE domestiche) l’eventuale scelta di un finanziamento individuale, secondo un decreto ancora da emanarsi
2) ricadono nel campo di applicazione anche i pannelli fotovoltaici; 
3) i rifiuti delle Aee che potrebbero essere usate sia dai nuclei domestici che da utilizzatori diversi dai nuclei domestici sono in ogni caso considerati Raee provenienti dai nuclei domestici; 
4) i soggetti non stabiliti sul territorio nazionale sono soggetti ad una disciplina specifica; 
5) i “produttori” dovranno apporre sulle apparecchiature, entro il 09/10/2014 un marchio
6) i distributori con superficie di vendita superiore a 400 mq avranno l’obbligo di ritirare gratuitamente RAEE di piccolissime dimensioni conferiti dagli utilizzatori, senza obbligo di acquisto di AEE equivalenti, secondo modalità ancora da definirsi
7) i distributori che vendono online per adempiere all’obbligo del ritiro gratuito “uno contro uno” indicano i luoghi di raggruppamento presso i quali il consumatore può conferire gratuitamente i Raee di tipo equivalente pena la nullità del contratto di vendita 
8) tempistiche e modalità nuove per i distributori per l’avvio dei RAEE domestici ai centri di raccolta.

Sono state utili queste informazioni?
Nessuna votazione inserita

Contatto

Tutela dell’ambiente

0471 945 654